Author Archive

Il gioco d’azzardo italiano e le elezioni politiche

giovedì, febbraio 6th, 2014

Inutile nasconderlo, gli operatori del mondo del gioco d’azzardo legale quando hanno “visto” la Delega fiscale hanno visto uno “spiraglio in fondo al tunnel” e speravano proprio che, nonostante i mille emendamenti, si sarebbe trovata effettivamente la strada per risolvere annose problematiche di settore. Ci credevano le aziende che hanno impegnato risorse finanziarie e tutti i dipendenti che sono stati occupati nel settore e che in realtà non si sentono più sicuri, come la maggior parte dei lavoratori al giorno d’oggi: chi lavora non sa…. sino a quando. Il settore del gioco è quello che ha impiegato maggiori risorse umane presso le varie piccole imprese, ma sino a quando?

La Delega Fiscale era un “miraggio” al quale tutti guardavano con fiducia e speranza. Ma nel nostro Paese non si può mai essere tranquilli e sicuri di nulla: la nostra legislatura “barcolla” in balìa di decisioni “importanti” che mettono sicuramente in crisi l’esecutivo. Se si andasse quindi ad elezioni anticipate che ne sarebbe della Delega Fiscale per il gioco, che ne sarebbe della sua approvazione e sopratutto che ne sarebbe di tutti quegli operatori che speravano in un futuro più tranquillo, normalizzato, regolamentato, ma sopratutto solo ed esclusivamente in un futuro? La fase dei “vari annunci” e delle “varie leggi” è finita e tutte le aziende del settore attendono le riforme sperando che le stesse in caso di elezioni non finiscano nuovamente in stand-by: il prossimo esecutivo non avrebbe più nulla su cui decidere!!!

Voglia di vicnere ed il suo casino online italiano

lunedì, dicembre 9th, 2013

Questa nuova piattaforma offre già molte offerte ai nuovi giocatori ed anche il programma fedeltà è stato studiato dagli operatori per fidelizzare gli utenti e per “ringraziarli” della scelta. VogliadiVivere.it ha studiato il suo casinò online con cura ed attenzione ed il suo software Microgaming è un’assoluta garanzia che lo spinge verso il sicuro successo essendo il software che ha portato la “fortuna” in tanti casinò online.

La professionalità nella scelta dei giochi tradizionali da tavolo come la Roulette francese ed Europea che con il girare della “pallina” così tanta adrenalina fa scatenare, e nella scelta del Blackjack , come Hi Lo 13 Blackjack Gold che è il più amato, rende VogliadiVincere.it un casinò divertente, sicuro ed “invogliante”: in più mettiamoci più di una cinquantina di slot che con i loro colori ed i loro suoni fanno assolutamente “Impazzire” i giocatori.

Lo studio del bonus al 100% sul primo deposito e dell’immediato accredito di 2000 punti fedeltà all’iscrizione è nato per consentire al giocatore di essere sereno, di rischiare “in tranquillità” e sopratutto di divertirsi essendo “coperto” anche dal bonus.
Vogliamo dire che la sicurezza è un elemento primario per giocare online e quando la si trova come in VogliadiVincere.it è quell’argomento che fa pensare che di questa nuova entrata nel mondo dei casinò online se ne parlerà tanto, sopratutto in questo periodo dove l’illegale fa la sua comparsa sempre più prepotentemente nel mondo dei “casinò legali”.

Rimborsi e giustizia per i giocatori d’azzardo di full tilt

venerdì, agosto 16th, 2013

Il “destino” dei rimborsi dei giocatori a stelle e strisce di Full Tilt Poker è in mano a GCG -Garden City Group- nominata dal Dipartimento di Giustizia come supervisor per gestire il rimborso dei fondi. Certamente non è ancora chiaro se i giocatori coinvolti saranno liquidati al 100% o solo in percentuale e questo dipenderà della mole delle domande di ammissione al rimborso. Già GCG ha puntualizzato che non si sa se quanto confiscato potrà coprire il 100% delle somme richieste, ma già è un grosso passo il sapere che “qualcosa” verrà restituito. Si parla di cifre notevoli, circa 184 milioni di dollari da restituire, e farà comunque fede il saldo risultante dalla situazione contabile della red  room al 15 aprile 2011, giorno in cui è avvenuto il sequestro dei Doj. Il compito della GCG sarà quello di inviare le istruzioni per compilare la richiesta di rimborso a tutti i giocatori coinvolti e questi dati verranno forniti da Full Tilt Poker.
I giocatori ancora in attesa del cash out sono 1,3 milioni, ma purtroppo non ci sono notizie per i players italiani che da più di un anno vivono in una situazione di stallo: se non ci sarà danaro sufficiente per tutti quanto disponibile verrà suddiviso in base all’entità dei saldi degli account. Per la GCG è una “brutta gatta da pelare”, un poco complicata che coinvolge veramente tanti giocatori ma siamo certi che ne verrà fuori vittoriosa e che farà ritornare certamente il sorriso a tanti players in “trepida attesa”.

Ippica: Questo gioco d’azzardo non funziona proprio

lunedì, maggio 13th, 2013

Sono stati 17 i rinvii a giudizio a Potenza nell’ambito di un inchiesta su scommesse clandestine datata 2006. La stesa inchiesta che portò in galera niente di meno che Vittorio Emanuele di Savoia proprio a Potenza. È la Procura della Repubblica di Potenza a richiedere il rinvio a giudizio per 17 persone. Da fantini ad allenatori fino ad arrivare ai proprietari delle scuderie.

Le accuse sono pesanti, si tratta infatti di associazione per delinquere. Si parla di alterazione di risultati sportivi di 26 gare tra il 2006 ed il 2007. Il tutto ovviamente con l’obbiettivo di pilotare i risultati in base alle scommesse piazzate. Ai tempo fù Henry John Woodcock, ad incarcerare a Potenza proprio Vittorio Emanuele di Savoia .

In seguito alle consuete intercettazioni al telefono vennero approfonditi i rapporti tra un uomo d’affari romani ed un concessionario d’auto della città di Viareggio fino ad arrivare a quello che al momento è il presunto capo dell’organizzazione ossia il driver Enrico Bellei. Gli accordi erano tra tutti: driver, allenatori e gli stessi allevatori di cavalli. Le corse truccate hanno avuto luogo negli ippodromi di: Trieste, Modena, Padova, Torino, Firenze, Bologna, Milano e Foggia.

Cirsa: Il gioco d’azzardo ed il casino online

venerdì, aprile 12th, 2013

Si tratta del 7° anno di fila che il gruppo Cirsa fa registrare dei numeri migliori dell’anno precedente anche se la crisi economica sembra essere sempre più grande su tutti i fronti. Gli investimenti intelligenti e l’economia in America Latina che sembra in contro tendenza hanno dato a Cirsa risultati molto importanti mantenendo tutti gli impegni nei mercati finanziari.

L’anno passato era stato aperto un casinò a Panama (Tecumen). Si tratta di 1.300 metri quadrati che mettono a disposizione dei giocatori 308 macchine. Passando in Argentina troviamo tra casinò solo a Mendoza ed una a Rosario e sono 400 le macchine a disposizione. Il mercato spagnolo è un altro polo molto importante per il gruppo che mantiene la divisione B2B in sale giochi e ovviamente anche in ristoranti. A questo si aggiunge il Bingo in rete di Cirsa, conosciuto come Wingo proprio nella comunità di Madrid. Un gioco innovativo e dinamico che ha molto appeal sulla gente.

Cirsa.es si è proposta come prima azienda iberica nel mercato spagnolo del gioco online offrendo casinò, scommesse sportive, poker ed anche bingo. In Italia le sue VLT sono 2.247 in questo momento, si tratta dell’87% delle macchine regolamentate. Anche per le macchine AWP Cirsa in Italia è tra i migliori operatori. Anche se il 2013 si prospetta un anno difficile per tutte le società la strategia di Cirsa continuerà a far puntare il gruppo su mete sempre più grandi per consolidare tutti gli affari attuali e selezionando al meglio gli investimenti.

Gli eventi di gioco d’azzardo su pokerstars

giovedì, marzo 14th, 2013

Le SCOOP di PokerStars sono sempre eventi molto attesi da un gran numero di giocatori. Il nome di queste Series è molto accattivante e ci fa capire che l’inverno è quasi terminato: Spring Championship of Online Poker e si inizia con la primavera ai tavoli da gioco. Si tratta del 4° anno delle SCOOP ed inizieranno il 10 marzo fino al 24 dello stesso mese con in palio 2,5 milioni di euro in totale tra tutti gli eventi organizzati.

Saranno 30 i titoli SCOOP in palio e ci saranno buy-in per ogni tasca, non importa il tuo bankroll in questo caso. Sono moltissimi gli eventi Hold’em, quelli Omaha, HORSE ed anche RAZZ, insomma ce ne per tutti i gusti. Tra i molti eventi in programma resta ancora un mistero L’evento #7 che gli organizzatori non hanno ancora svelato.

Potrete qualificarvi all’evento che vorrete tramite il sito di PokerStars con satelliti o pagando il buy-in semplicemente in soldi o FPP. Ovviamente partecipando agli eventi SCOOP otterrete anche punti che sono validi per la classifica Player of the Series Leader Board. Il vincitore di questa classifica volerà direttamente al Grand Final di Montecarlo per la stagione numero 9 dell’EPT vincendo un ticket per il main event.

Il gioco d’azzardo mobile va alla grande

mercoledì, febbraio 20th, 2013

Il 2013 si potrebbe definire certamente come l’anno del poker su piattaforma mobile e nel futuro dovrebbe anche aumentare il suo appeal sul grande pubblico, almeno questo è quello che sperano i grandi concessionari di poker online. Il Lazio ha fatto segnare la crescita maggiore in questo settore con un +17% e subito dietro la Campania con +17%, la Lombardia segna +15% e la Sicilia +14%. il poker mobile potrebbe essere il futuro di questo gioco e il 2013 dovrebbe  generare giocare per 4 miliardi di euro secondo le previsioni. Questo è quello che sperano gli operatori di questo mercato così ampio e con grandi margini di manovra. I marchi più importanti del mondo del poker online stanno investendo grandi risorse in questo settore, vedendone un futuro radioso nel breve periodo e nel lungo. I tablet e gli smartphone sono gli oggetti più diffusi tra i giovani, ma anche tra i meno giovani e puntare su questo mercato era praticamente un obbligo. Nel solo 2012 il numero di dispositivi in Italia dai quali si gioca a poker online è raddoppiato. Sui 20 miliardi di giocate previste per il 2013 circa il 20% dovrebbe arrivare da dispositivi mobili. La possibilità di giocare in ogni momento della vostra vita ha aperto un mercato incredibile e possibilità che non hanno confine ne di tempo ne di luogo.

Netbet casino online apre il gioco d’azzardo

lunedì, gennaio 14th, 2013

Quando si dice che un luogo è adatto a tutti forse non si pensa proprio ad un casinò online, ma quando si accede a Netbet Casino si comprende subito che questo sito è stato creato appositamente per venire incontro alle esigenze di tutti i giocatori. Proprio per questo sempre più utenti decidono di passare il loro tempo su questa piattaforma di gioco online.

Avendo un’ampia gamma di giochi tra i quali scegliere, la noia non è mai una problematica su Netbet Casino. Vi accorgerete subito che il sito vi offre proprio tutto quello che necessitate per vincere dei momenti divertenti e cercare di vincere grandi premi in denaro. Insomma tutto quello che vorrete a portata di mano grazie alle differenti opportunità messe a disposizione dal sito.

Con un bonus che può arrivare fino a 200 euro sul vostro primo deposito, la vostra vita su Netbet Casino non potrebbe essere più semplice. Le promozioni sono all’ordine del giorno e non vi resterà che sfruttare al meglio quello che vi viene dato dalla piattaforma ogni settimana. Godete della sicurezza e della qualità dei prodotti per divertirvi in ogni momento.

tra le cose migliori che potrete trovare su Netbet casino c’è da sottolineare certamente l’ottimo client a disposizione sia in Flash che nella versione in download. Il servizio di assistenza è sempre disponibile e molto professionale per aiutarvi nel caso di problemi. I metodi di pagamento accettati vi aiuteranno a gestire i fondi al meglio e la licenza AAMS iv assicura l’onestà dei payout e della piattaforma in generale.

Le concessioni per le scommesse sportive

giovedì, dicembre 13th, 2012

Le concessioni sono ormai il chiodo fisso di tutti i concessionari che vogliono operare in Italia, e come potrebbe essere altrimenti. Non si tratta però di un bando a chiudere come è stato definito da molti, ma bensì di un bando ad allineare e quindi ad omogenizzare le reti e riuscire a standardizzare la complessa gestione. Questo deve essere un obbiettivo di tutti e il bando è stato al momento il punto chiave, ma non finale, secondo Stefano Sbordoni, un punto di apertura e non di chiusura secondo il legale con grande esperienza nel campo del gioco e delle scommesse sportive in rete. Il lancio di un nuovo bando da 2.000 concessioni per le scommesse sportive è certamente molto importante. I giochi però dopo l’Enada sono fatti, molte le critiche, ma la cosa certa è l’interesse dimostrato da. Un momento atteso da molti per cercare di rendere sempre più sicuro e ampio il mondo delle scommesse e non solo in Rete. Si tratta di 118 plichi che dovranno essere analizzati dall’AAMS con un minimo d’asta di 11.000 euro. Già in molti parlano del prezzo troppo alto delle licenze che dureranno solo 3 anni, offrendo 3 giochi  inerenti alle scommesse e sono comunque un prodotto molto completo e certamente competitivo. L’apertura delle buste sarà comunque il 6 di novembre e il Governo si attende un incasso di circa 22 milioni di euro.

I concessionari del gioco d’azzardo italiano

mercoledì, novembre 14th, 2012

Uno degli argomenti più caldi del momento è certamente quello legato al mondo delle scommesse ed al bando inerente per tutti i concessionari che siano interessati allo stesso. Dopo la consegna delle buste si è visto che l’offerta media è attorno ai 25.000 euro. Insomma l’assegnazione di 2.000 nuove concessioni è un grande passo per il mondo delle scommesse e i Monopoli hanno ricevuto 118 plichi (e un ulteriore plico arrivato in ritardo). Il prezzo minimo o base d’asta era di 11.000 euro per ogni concessione e per comprendere l’importanza del giro d’affari alcune buste avevano offerte fino a 100.000 euro. In ogni caso come detto il prezzo medio dovrebbe essere di 25.000 euro per chi si aggiudicherà il diritto. Oltre a questo le offerte non dovrebbero mai essere superiori ai diritti che sono messi in palio (gara). Tutti i grandi nomi di questo settore hanno partecipato alla gara, Lottomatica non poteva mancare ed ha richiesto addirittura 100 concessioni, la Snai ne ha chieste 300, Eurobet è arrivata fino a 400 e anche Sisal si è fatta sentire. Per i concessionari che orbitano attorno al brand Microgame la richiesta è stata di circa 150 concessioni. Presenti anche Gamenet e HBG, marchi molto noti all’interno del settore delle slot.