Il gioco d’azzardo italiano e le elezioni politiche

Inutile nasconderlo, gli operatori del mondo del gioco d’azzardo legale quando hanno “visto” la Delega fiscale hanno visto uno “spiraglio in fondo al tunnel” e speravano proprio che, nonostante i mille emendamenti, si sarebbe trovata effettivamente la strada per risolvere annose problematiche di settore. Ci credevano le aziende che hanno impegnato risorse finanziarie e tutti i dipendenti che sono stati occupati nel settore e che in realtà non si sentono più sicuri, come la maggior parte dei lavoratori al giorno d’oggi: chi lavora non sa…. sino a quando. Il settore del gioco è quello che ha impiegato maggiori risorse umane presso le varie piccole imprese, ma sino a quando?

La Delega Fiscale era un “miraggio” al quale tutti guardavano con fiducia e speranza. Ma nel nostro Paese non si può mai essere tranquilli e sicuri di nulla: la nostra legislatura “barcolla” in balìa di decisioni “importanti” che mettono sicuramente in crisi l’esecutivo. Se si andasse quindi ad elezioni anticipate che ne sarebbe della Delega Fiscale per il gioco, che ne sarebbe della sua approvazione e sopratutto che ne sarebbe di tutti quegli operatori che speravano in un futuro più tranquillo, normalizzato, regolamentato, ma sopratutto solo ed esclusivamente in un futuro? La fase dei “vari annunci” e delle “varie leggi” è finita e tutte le aziende del settore attendono le riforme sperando che le stesse in caso di elezioni non finiscano nuovamente in stand-by: il prossimo esecutivo non avrebbe più nulla su cui decidere!!!

Filed under: foro casino online

Comments are closed.